Dov’ è il problema di Operazione Valchiria? Ditemi, voi che il film l’avete visto: vi siete appassionati al guercio Cruise? Anche solo per un momento?

Io no. Avrei voluto “vivere” il colpo di stato con lui ed i suoi uomini, è questo lo scopo di ogni film, credo. Ma sullo schermo passava più l’emozione del centralinista-quasi-ribelle, che quella delle azioni della resistenza.

Un punto a favore di Singer: è veramente dura, immagino, fare un film del quale tutti sanno già il finale. Anche se, onor del vero, c’è sempre qualcuno che vuol sapere se Hitler morirà davvero, se il Titanic affonderà sul serio, e se Cristo verrà crocefisso o meno.

A noi umani è però concesso il non-sapere come e quando l’attentato fallirà, e che fine farà Stauffemberg e soci. Quindi l’idea di girare un thriller è perfetta, e il regista dimostra di saper creare tensione a manetta, vedi già solo l’attentato aereo mancato all’inizio, o la trovata di non far vedere più il Fuhrer dopo l’esplosione. Ah, notevole anche la fedele ricostruzione della Germania nazista.

Oltre a queste qualità però, nulla più.

Annunci